Santa Croce di Magliano, venerdì 14 settembre 2018

     

    Imposta come pagina iniziale  Aggiungi ai preferiti  Segnala ad un amico  Stampa  Translate in English

diocesi << 1/15 settembre << 2018 << home

 

 

 

dalla diocesi


Don Riccardo Mucciarella è tornato alla casa del Padre. Una vita di pienezza a servizio della comunità diocesana. Il 2 novembre 1992 fu nominato Rettore della Chiesa di San Giacomo a Santa Croce di Magliano


 

Diocesi di Termoli-Larino

Agli organi di informazione

DON RICCARDO MUCCIARELLA È TORNATO ALLA CASA DEL PADRE
“UNA VITA DI PIENEZZA A SERVIZIO DELLA COMUNITÀ DIOCESANA”

I funerali del sacerdote, morto a 103 anni, saranno celebrati venerdì 14 settembre a Montelongo

Il vescovo, Gianfranco De Luca, e il Presbiterio della Diocesi di Termoli Larino annunciano il ritorno alla Casa del Padre, all'età di 103 anni, di mons. Riccardo Mucciarella. I funerali del sacerdote saranno celebrati venerdì 14 settembre 2018, alle 10.30, nella chiesa di San Rocco a Montelongo, suo paese di origine.

“È significativo constatare – ha osservato il vescovo De Luca - che l'esistenza terrena di don Riccardo si sia conclusa tra le braccia della mamma del Cielo, nel giorno in cui abbiamo ricordato proprio il Santissimo Nome di Maria, e che anche il momento della celebrazione dell'eucaristia dedicata al nostro fratello sacerdote avvenga nel giorno in cui ricorre la festa dell'esaltazione della Santa Croce, vittoria di Cristo sulla morte. Due circostanze che segnano una vita compiuta nel Signore al servizio dei fratelli. A Cristo, sacerdote eterno, consegniamo don Riccardo in preghiera e con senso di gratitudine per l'opera prestata e dedicata con zelo e competenza pastorale all'intera comunità diocesana”.

Scheda biografica

Nato l'8 marzo 1915 a Montelongo dove ha iniziato la sua formazione didattica per poi completare la prima fase studi al seminario vescovile di Larino. È quindi passato al seminario regionale di Benevento. Ha ricevuto la Sacra tonsura in episcopio per le mani dell'arcivescovo di Benevento, mons. Agostino Mancinelli, il 12 agosto 1937 . Ha poi ricevuto l'ammissione agli ordini minori nel 1937 nella Cattedrale di Larino per le mani del vescovo diocesano, mons. Oddo Bernacchia. L'anno successivo ha ricevuto il lettorato e l'accolitato, sempre in Cattedrale a Larino dal vescovo Bernacchia. È stato ordinato diacono nel dicembre 1939 al seminario regionale di Benevento per le mani di mons. Gioacchino Pedicini (vescovo di Ariano Irpino), per poi ricevere il presbiterato il 23 giugno 1940 in Cattedrale a Larino per le mani di mons. Oddo Bernacchia, Vescovo di Larino e di Termoli.

Dal 1940 al 1948 è nominato vicerettore ed economo del convitto vescovile di Larino. Dal 16 febbraio 1949 al 2 dicembre dello stesso anno è parroco di Santa Maria della Pietà a Larino. Passa a Bonefro come viceparroco il 3 dicembre 1949 dove rimane fino al 31 marzo 1960 per essere nominato parroco di Santa Maria delle Rose in Bonefro il primo aprile 1960.

Come parroco del paese rimane fino al primo novembre 1992 guidando con zelo e competenza pastorale la parrocchia per oltre 40 anni considerando anche il precedente servizio come vicario. Il 2 novembre 1992 è nominato Rettore della chiesa di San Giacomo a Santa Croce di Magliano dove esercita il ministero della riconciliazione a beneficio dell'intera comunità parrocchiale.

Nel marzo 2001 chiede e ottiene dal vescovo mons. Tommaso Valentinetti di poter ritornare al paese di origine dove si rende disponibile alla collaborazione pastorale con il parroco pro-tempore offrendo un valido e prezioso contributo anche nella zona pastorale di Santa Croce.

Come insegnante di religione cattolica forma generazioni di giovani ai princìpi e ai valori cristiani. Partecipa sempre e attivamente a ogni incontro di clero a livello diocesano e zonale.

Mons. Cosmo Francesco Ruppi, vescovo di questa Diocesi, l'8 dicembre 1988 indirizza una lettera a don Riccardo esprimendosi con queste parole... “In questi anni ho sempre avvertito la tua bontà e il tuo zelo. E li ho voluti premiare con l'onorificenza pontificia che è stata da te meritata in pieno”. Infatti, don Riccardo viene nominato cappellano di sua Santità da Papa Giovanni Paolo II. Come ulteriore riconoscimento al suo servizio è insignito dal presidente Giovanni Leone dell'onorificenza di “Cavaliere dell'Ordine al merito della Repubblica Italiana”.

Queste ultime due notizie sono riportate da don Riccardo nella scheda personale depositata nell'archivio della Curia vescovile in un'apposita sezione da lui rinominata “sezione del fumo”. Ecco una spiegazione della longevità di don Riccardo: la sana ironia.

Termoli, 13 settembre 2018

 


 


 

 

 



© Copyright www.santacroceonline.com - Tutti i diritti riservati. È vietata la riproduzione anche parziale.   

disclaimer - privacy